Ricostruzione virtuale dell'affresco medievale della Basilica di San Pietro in Tuscania (VT)

Negli anni ’70 del XX secolo un terremoto provocò la distruzione del catino absidale della Basilica di San Pietro a Tuscania. I frammenti dell’affresco furono recuperati, catalogati e conservati. Su incarico dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, a partire da due foto storiche risalenti ai primi anni del XX secolo è stata ricostruita la forma 3D del catino absidale e su tale modello sono state proiettate alcune fotografie scattate prima del crollo. Estraendo i dati necessari dal modello virtuale è stato possibile realizzare dei pannelli in scala 1:1 per ricomporre alcune parti dell’affresco. In questa applicazione la fotogrammetria ha avuto un ruolo fondamentale: pur partendo da una serie di immagini non acquisite per scopi metrici ha consentito di risalire alla forma originale non più esistente con tutte le sue imperfezioni rispetto all’ideale modello sferico consentendo una corretta collocazione dei frammenti da parte dei restauratori. Tali pannelli verranno utilizzati per una ricostruzione del catino absidale per ricreare lo spazio architettonico perduto.